Gargano: tutti gli Itinerari ed Eventi culturali del Parco Nazionale del Gargano
Garganonews.it Portale d'informazione turistica e di costume
18/09/2019

Login
Sondaggi
Qual è secondo voi l'aspetto turistico più rilevante del Gargano?

il mare e la natura
i luoghi religiosi
i piccoli centri


Quando un successo va oltre ogni previsione

Carpino Paz Festival, il paese in delirio per Capossela
articolo di Gaetano Berthoud


Eventi 06/08/2008 11:30
Sono uno di quelli che può dire "Io c'ero" ieri 5 Agosto a Carpino ed ho visto tutto o quasi. Il paese dei Cantori, supportato anche dall'eco di Vite Impazienti, è andato letteralmente in tilt per il grande concerto di Vinicio Capossela, per il caldo umido e afoso, per le tante auto che hanno praticamente bloccato il paese dalla cima alla superstrada, per il fascino ormai consueto che quest'evento riesce a trasmettere.

La serata viene aperta dal direttore artistico Luciano Castelluccia, a seguire un video che sancisce "l'incontro" tra "Carpino Folk Festival" e "Vite Impazienti", un video dedicato chiaramente a Paz, alla sua verve artistica e personale, ai suoi fumetti, alla sua vita impaziente...

E poi entra in scena lui, Vinicio Capossela ed inizia il delirio. Si canta, si balla, la piazza di Carpino sembra farsi piccola piccola, non c'è un buco libero, tentare un movimento che non sia il ballo è praticamente impossibile, intanto Vinicio va, va per il suo show, comincia a cambiarsi, sembra una via di mezzo tra un'artista circense e un Jamiroquai all'italiana, il suo ritmo scorre, le pulsazioni aumentano, sarebbe tutto grandioso se ci fosse un pò più spazio e magari un pò meno caldo.

L'evento di ieri 5 agosto ha sancito definitivamente il Festival di Carpino come qualcosa di più straordinario dell'idea stessa. Ieri tutti hanno capito che il grande successo che incontra questo evento è diventato ormai un qualcosa su cui fermarsi e riflettere, riflettere sugli spazi per poter pianificare un ulteriore crescita.

Il Carpino Folk Festival è paragonabile ad una calamità naturale, dove sarebbe stupido e presuntuoso pensare di poterla combattere, al contrario, come è giusto fare con la natura e i suoi eventi, bisogna solo farsi da parte e capire che non si può fermare un fiume in piena, ma semmai costruire nuove dighe per sostenere ciò che ormai va ben oltre l'iniziativa di un piccolo paese garganico ricco di cotanta cultura.

Questo articolo è stato letto 5134 volte.
Commenti (0) | Sono d'accordo
Leggi gli altri articoli dello stesso autore

Home | Contatti | Attualità | Turismo | Gastronomia | Eventi | Cultura | Turismo Italia | Video | Tg Gargano | Hotel Gargano

Garganonews.it - Tutti i diritti riservati