Gargano: tutti gli Itinerari ed Eventi culturali del Parco Nazionale del Gargano
Garganonews.it Portale d'informazione turistica e di costume
09/12/2019

Login
Sondaggi
Qual è secondo voi l'aspetto turistico più rilevante del Gargano?

il mare e la natura
i luoghi religiosi
i piccoli centri


Catastare è meglio che curare...

L'invito del Comitato del Gargano ai sindaci garganici
articolo di Carlo Fierro (wwf Foggia)


Attualità  31/07/2008 17:24
Ad oggi solo i comuni di San Marco in Lamis e Vieste hanno risposto alla richiesta di Italia Nostra Gargano, LIPU e WWF sezione di Foggia, riunite nel Comitato del Gargano contro gli incendi boschivi, relativa all’avvenuta adozione del catasto delle aree incendiate.

In particolare, San Marco ha istituito il catasto nell’ottobre 2007, censendo i soprassuoli percorsi dal fuoco negli anni dal 2003 al 2007 con approvazione definitiva della perimetrazione nel giugno 2008. Nel 2006 è stato approvato il Piano comunale di protezione civile e allo stato attuale si sta provvedendo al suo aggiornamento relativamente agli incendi.

Il comune di Vieste con Delibera G.M. n. 162 del 24.06.08 ha aggiornato il catasto delle aree incendiate a tutto il 2007. Tali aree sono in corso di pubblicazione sul sito internet del comune di Vieste. Il Piano Comunale d’Emergenza per il rischio d’incendio è stato adottato con delibera del Consiglio Comunale n. 25 del 05.05.2008. A fine luglio dello scorso anno un immenso rogo percorreva il Gargano ed in particolare il territorio di Peschici.

Nel rinnovare il proprio profondo cordoglio per quanto avvenuto, Italia Nostra, LIPU e WWF non possono non evidenziare che l’autocombustione è un fenomeno praticamente inesistente, gli incendi boschivi, in particolare quelli di gran rilievo, sono fenomeni criminali che derivano da “incendiari”. È per questa convinzione che le Associazioni, riunite nel Comitato del Gargano, fin dai primi giorni di luglio, hanno intrapreso un’iniziativa per l’applicazione della legge che obbliga i comuni a compilare le planimetrie del territorio comunale percorso dal fuoco.

In particolare è stata presentata una circostanziata istanza ai Comuni del Parco con la richiesta della comunicazione dell’adozione del catasto delle aree incendiate. Ai Comuni, le Associazioni hanno anche chiesto la pubblicazione sui rispettivi siti internet del catasto aggiornato delle aree incendiate nonché la comunicazione dell’adozione del Piano comunale di emergenza per incendi.

È noto che il fuoco, quasi sempre, serve a sgomberare il campo da alberi, o altri fastidiosi impedimenti naturali, a vantaggio di nuovi alberghi, ville, pascoli…  È  evidente che non si può impedire le costruzioni sui terreni bruciati se non si conosce l'esatta situazione planimetrica dei terreni boscati percorsi dalle fiamme. In assenza di tale cartografia lo speculatore ha maggiori possibilità di riuscire ad ottenere l'approvazione di un progetto d'edificazione o il condono per  una costruzione abusiva in aree devastate dal fuoco, magari in modo silente dopo qualche anno.

È fondamentale, pertanto, verificare quanti comuni hanno ottemperato all'obbligo di redigere tali planimetrie. Spesso i sindaci sottovalutano lo scopo della disposizione.
Nell’istanza trasmessa ai Comuni, la coordinatrice del Comitato del Gargano, Avv. Donatella Frisullo, si riserva, in caso di mancata ottemperanza alle richieste fatte, di informare le competenti Procure della Repubblica e si evidenzia che la responsabilità per l’omessa adozione del catasto ricade direttamente sui dirigenti degli uffici urbanistici comunali.

In caso d’inerzia dei Comuni, secondo la normativa d’emergenza in vigore fino al 30 settembre 2008, spetta al Prefetto o al Presidente della Regione la funzione di diffidarli e, in caso di successiva inattività, qualora investiti di ciò da un provvedimento del Capo della Protezione civile nazionale, di sostituirsi ad essi avvalendosi dei rilievi effettuati dal Corpo Forestale dello Stato. Peraltro, ciò non farebbe venire meno la responsabilità penale per omissione d’atti d’ufficio dei suddetti dirigenti degli uffici urbanistici comunali.

Questo articolo è stato letto 9920 volte.
Commenti (0) | Sono d'accordo
Leggi gli altri articoli dello stesso autore

Home | Contatti | Attualità | Turismo | Gastronomia | Eventi | Cultura | Turismo Italia | Video | Tg Gargano | Hotel Gargano

Garganonews.it - Tutti i diritti riservati