Gargano: tutti gli Itinerari ed Eventi culturali del Parco Nazionale del Gargano
Garganonews.it Portale d'informazione turistica e di costume
20/10/2019

Login
Sondaggi
Qual è secondo voi l'aspetto turistico più rilevante del Gargano?

il mare e la natura
i luoghi religiosi
i piccoli centri


Strategie per lo sviluppo del turismo garganico

Gargano... un mare di opportunità  per il futuro
articolo di Michele Scirpoli


Attualità  05/06/2008 19:22
E’ opinione ormai diffusa tra gli operatori e le rappresentanze istituzionali locali che il futuro del turismo garganico si giochi tutto nella ricerca di una identità nuova, in grado di offrire una gamma di esperienze integrate ed integrabili secondo il nuovo “brand proposition”.

Le azioni generali che dovrebbero essere prese in considerazione vanno sostanzialmente dal facilitare e stimolare lo sviluppo di prodotti non pienamente sviluppati o che si trovano a uno stadio iniziale, al consolidamento e miglioramento di prodotti specifici che hanno già un livello di sviluppo riconosciuto, passando dalla individuazione degli interventi specifici (strutturali, organizzativi e di informazione-promozione) da condividere con tutti i soggetti coinvolti nel processo di sviluppo turistico, da realizzare nell’ambito dei due macro-segmenti: turismo di territorio e turismo balneare.

Il riferimento alla passata esperienza del “Gargano Village” è evidente in quanto è sembrato mirare verso tutti gli obiettivi evidenziati: il suo potenziamento in un’ottica di medio lungo termine rappresenta, secondo me, una scelta strategica di primaria importanza se adeguatamente supportata da azioni di marketing e co-marketing sufficientemente aggressive (penso alla realizzazione di uno o più portali Internet o di CMS per prenotazioni piuttosto che CRM per gestione contatti, alla fidelizzazione dei clienti tramite anche piattaforme di e-commerce, alla creazione di un’idea di manifestazione permanente e destagionalizzante, all’associazione di altre identità territoriali di prodotti e servizi, al supporto con il settore agro-alimentare tipico del Gargano, a interventi di co-marketing con vettori di linea e low cost).

Certo lo sforzo appare immane, soprattutto se si considerano le ostilità e lo scetticismo degli operatori privati. Ma proprio per questo il ruolo e le azioni di “moral suasion” dei rappresentanti locali non devono apparire come impossibili ma assolutamente determinanti e coerenti per il perseguimento della crescita di un settore sempre più dinamico e concorrenziale.

Bene quindi la redazione di un P.U.G. che tenga conto di tulle le variabili economico-sociali comunemente individuate da tutti i soggetti coinvolti e che miri al miglioramento delle infrastrutture e dei servizi, a sviluppare il sistema delle imprese, a dare sostegno ai giovani in nuove iniziative imprenditoriali costantemente assistite dall’inoperoso URP, alla creazione di uno sportello dedicato al supporto e ricerca di soluzioni e finanziamenti d’impresa. Bene la nuova legge regionale sulla riqualificazione degli edifici urbani ed estetica degli edifici, finalmente una grande opportunità da sfruttare per il territorio vichese.

Male, ancora male la diffusione degli STL (sistemi turistici locali) sia territoriali che di prodotto, grande strumento di reale penetrazione di mercati lontani, creazione di domanda, internazionalizzazione di servizi, definizione di quell’identità di cui parlavo prima, efficaci strumento di creazione di posti di lavoro e ricchezza. Sicuramente un tema da approfondire. Non mi resta che augurare buon lavoro a tutti, pienamente coscienti del mare di opportunità che si presentano.

Questo articolo è stato letto 10233 volte.
Commenti (0) | Sono d'accordo
Leggi gli altri articoli dello stesso autore

Home | Contatti | Attualità | Turismo | Gastronomia | Eventi | Cultura | Turismo Italia | Video | Tg Gargano | Hotel Gargano

Garganonews.it - Tutti i diritti riservati